MARCOPOLANI.IT

CHIARA

By on 17 febbraio 2018

Ciao Marco,

mi chiamo Chiara e ho 17 anni..ti scrivo perché ho bisogno di sfogarmi con qualcuno che non sia una persona a me cara.

È un periodo in cui non sono in pace con me stessa e soprattutto sono molto stressata..mia madre non lavora e a mio padre sta per scadere il contratto e non si sa se verrà riconfermato..sai sono molto preoccupata che non lo riconfermino, perché, se dovesse succedere, dovremmo rivivere una situazione difficile, da cui siamo usciti solo meno di sei mesi..

Ai miei genitori devo tutto, ci sono sempre e non mi hanno mai fatto mancare niente, nonostante le difficoltà economiche. E io a modo mio cerco di aiutarli più che posso e non dargli più preoccupazioni di quelle che hanno già.. Proprio per questo cerco di tenermi tutto dentro(anche se so che è sbagliato), ma poi arrivano i periodi di maggiore stress e “esplodo” con attacchi di panico..in quei momenti mi sento tremendamente in colpa, perché so che sto dando ai miei genitori altre preoccupazioni e non vorrei, ma non posso fare altrimenti..

Purtroppo sono in uno di quei periodi di stress e ho la costante paura che da un momento all’altro si presenti un attacco di panico o una crisi isterica..

A tutto ciò si aggiunge lo stress della scuola(sai sono reduce da un mese di verifiche per la chiusura del quadrimestre) e in più il ragazzo che mi piace, da un giorno all’altro non mi ha più risposto e anche se sono passati mesi dalla nostra “storia” non riesco a dimenticarlo. Vorrei parlarci e dirgli tutto quello che provo, ma sono che sarebbe come parlare ad un muro e dopo tutti questi mesi non avrebbe più senso..

Spero di riuscire a superare tutto questo, come mi è già capitato di fare; anche se questa volta sembra più complicato. Anche perché la poca autostima che avevo, ormai non esiste più..

Sai sono magra(una via di mezzo tra il magro bello e quello dell’anoressia) e lo sono di costituzione. Infatti mangio tantissimo e non ingrasso(non ho nessun tipo di problema). Tutti mi dicono che è una cosa bella e che quando cresceró e il mio metabolismo cambierà rimpiangeró questo momento. Ma adesso io di questo ci soffro perché non mi piaccio e non riesco ad accettarmi. Le “mazzate” più brutte sono quanto sento persone che mi giudicano solo perché non mi conoscono o comunque quando leggo frasi tipo “i ragazzi preferiscono la carne, le ossa lasciatele ai cani”. La ritengo una cosa molto offensiva e mi fa anche stare male..

Comunque, grazie perché con le tue poesie mi aiuti e mi migliori le giornate..scusa per il disturbo e grazie in anticipo se risponderai

 

Risposta

Ciao Chiara,

grazie per avermi scritto.

Mi dispiace per la tua situazione familiare, ma a quanto pare la precarietà e la crisi sono un problema ancora molto radicato nelle famiglie italiane. E come in ogni problema, chi ha un carattere più fragile o tendente alla riflessione su se stesso, ne risente di più. Molte volte bisognerebbe imparare a farsi scivolare dei problemi (economici) un po’ addosso cercando di porre l’attenzione su altri problemi. Però non posso assolutamente negarti che quando si parla di soldi (anche io) abbiamo a che fare con un mostro con cui dobbiamo per forza fare i conti. Apprezzo molto il fatto che tu voglia dare una mano, non facendo pesare la tua situazione sul “bilancio” familiare, ma tenersi tutto dentro non è un’ottima soluzione. Prima o poi quell’angoscia, quel sentimento di caos, quella crisi si ripresenta. Impara ad esternare non con i diretti interessati (i tuoi genitori), ma con altre persone, amici, parenti, ragazzi. Può capitare di non fidarti completamente, di non voler dire a conoscenti quello che provi per non essere giudicata, in quel caso armati di carta e penna e scrivi quello che ti brucia dentro. E’ un’ottima medicina e costa zero. Richiede un po’ di impegno certo e soprattutto molta sincerità, dovrai fare i conti con te stessa, ma funziona sempre, fidati. Però non tenerti tutto dentro, anche perchè andrebbe sprecato, mentre potrebbe essere un consiglio per tante altre persone che si trovano nella tua stessa situazione.

Per quanto riguarda “le ossa dei cani” quelli sono degli imbecilli. La statura fisica è una moda, col tempo cambia, e quello che oggi può piacere magari domani non piace più e viceversa. Se ti stai bene non te ne curare, se non stai bene così (rispetto a te stessa) impegnati sempre per migliorarti. Ma credi in quello che vuoi te.

Un bacio

Marco


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

19 − otto =

Risolvi l'operazione matematica *