MARCOPOLANI.IT

DESIREE

By on 29 gennaio 2018

Ciao Marco, mi chiamo Desiree, circa un mesetto fa tramite Instagram ti ho “conosciuto”..  In quel mese io ero abbastanza triste e mi sentivo sola perché ero appena stata lasciata. Ero veramente innamorata di lui, da quel giorno che ha deciso di farla finita con me, ero persa, frustrata , mi incolpavo io di tutto e pensavo “forse sono sbagliata io ” ” é tutta colpa mia”.. Nello stesso periodo mi sono licenziata dal bar dove lavoravo e in cui l’ho conosciuto perché tutto mi rimandava a lui. Ero esaurita per tutta la situazione perché non trovavo più me stessa, facevo cose strane e senza senso.
Poi quel giorno che ho visto per caso la tua pagina ho iniziato a sentirmi meglio perché quello che scrivevi era anzi è la pura verità. Mi ritrovavo in quello che postavi e fra me e me pensavo “ha proprio ragione” … Infatti una tua frase me la sono tatuata “ABBI CURA DI SPLENDERE” , me la sono sentita proprio mia perché appunto dovevo iniziare di nuovo a brillare,a fare luce in me e non abbattermi .  Da quando mi ha lasciata esattamente il 18 novembre  i miei amici , mia mamma mi dicevano che sarebbe passato tutto , ci voleva solo del tempo . Beh tutti i torni non ne avevano perché ho iniziato ad uscire con le mie amiche a rifare la mia solita vita come quando lui non c’era e sembrava che tutto funzionasse ma é proprio qui che c’è il rovescio della medaglia.. Da un paio di giorni ho iniziato ancora a pensarlo, visualizzare molto spesso il suo profilo di Instagram a vedere se mi ha sbloccato su whatsap . Facendomi così altro male che non mi porta a nulla. Io ti chiedo se mi puoi dare anche tu dei consigli per svoltare pagina del tutto e stare veramente bene  .
Ah settimana prossima dovrebbe arrivarmi il tuo libro 😻non vedo l’ora, lo aspetto con ansia perché leggendoti mi fa stare meglio. Grazie per aver speso un po’ del tuo tempo 
Buona serata 
Risposta

Ciao Desiree, grazie per avermi scritto. Mi dispiace per la tua storia, ma capita spesso di venire lasciati e sentirsi sfiduciati. Ci si chiede troppo spesso “cos’ho che non va?” “dove ho sbagliato?”. E’ normale, anche a me è successo molte volte e ogni volta rialzare la testa è stata molto dura. Però, ti dirò, quando poi succede, quando ritrovi la forza in te stesso, quando sai che comunque vada tu per te stesso ci sei sempre, diventi veramente invincibile. La ricchezza sei tu. Non è facile, è vero, anzi la verità è che è proprio difficile, ci devi mettere tutta la forza che hai, vedere la strada che hai davanti e percorrere solo quella, senza cadere nella trappola di “controllare gli accessi su whatsapp” “vedere le storie su Instagram”. Ci si imparanoia e addio. La strada si perde e ci si perde nelle vie secondarie. Ricorda che l’amore non è una trappola, molto spesso ci si illude che le cose cambino da sole, ma in realtà non cambiano mai, se non siamo noi a cambiarle. Per rispondere alla tua domanda, il voltare pagina non è una cosa che succede con facilità. Come ti hanno detto i tuoi amici, ci vuole tempo. E quantificarlo non è mai possibile. Ognuno ha i suoi tempi. Quante volte ti succede di chiederti “ma guarda quella tipa che è riuscita subito a rifarsi una vita…”? a me sempre… ma mi rispondo che forse le storie vissute più intensamente sono quelle che hanno bisogno di più tempo per essere digerite. Evidentemente non tutti amano allo stesso modo… Aspetta ancora un altro po’, hai già fatto tanto, concentrati su te stessa, sulle tue passioni, su quello che ti fa stare bene, che può essere anche “strano”, ma non importa. L’importante è che ti faccia stare bene. Piano piano senza accorgertene vedrai che avrai piena percezione di quello che hai dentro e di quello che vuoi nella vita, se continuare a soffrire o voltare veramente la pagina e tornare a ridere.

Grazie per aver preso il mio libro, spero che ti piaccia e ti faccia star bene.
Un bacio
Marco Polani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

venti + quattordici =

Risolvi l'operazione matematica *