MARCOPOLANI.IT

TI SEI SPENTA DA UN PO’ DI TEMPO, DEVI RITROVARE TE STESSA E TORNARE A VIVERE

By on 13 febbraio 2018

 

Ciao Marco,
mi immedesimo perfettamente in tutto ciò che scrivi.
sono quella ragazza timida ma aperta, divertente ma apatica, dolce ma menefreghista, precisa ma ritardataria: non è facile delineare il mio carattere, quando leggo le tue frasi, però, mi sento nel mio mondo, nella zona paradisiaca del mio mondo, dove finalmente qualcuno mi capisce e quel qualcuno sei tu.
ammetto però che inizialmente tendevo a non identificarmi nelle tue frasi, non volevo avere la visione chiara di ciò che mi stava accadendo, volevo continuare a vivere la mia vita senza vedere se stessi prendendo la via del giusto o meno; ma solo grazie alla tua frase (citata nell’oggetto della mail) ho capito che era arrivato il momento di rialzarmi e di ritrovare me stessa.
in questo momento sto facendo questo percorso di ricerca interiore per decidere come sarà la mia vita d’ora in poi, senza vivere di compromessi.
grazie a te ho deciso di tornare a vivere
pertanto ti ringrazio di tutto ciò che hai fatto per me e ne approfitto per farti i complimenti per il tuo grandioso lavoro.
grazie ancora

 

Risposta

Ciao,

grazie per avermi scritto. Sono molto contento che le mie parole, per quanto brevi e dirette, abbiano e stanno avendo un riflesso positivo sulla tua vita. Riguardo quello che dici vorrei spendere due parole. Descriversi è sempre difficile, anche io molte volte provo a definirmi in “sono questo o sono quello” e poi alla fine mi ritrovo con un enorme senso di insoddisfazione perchè quello che avevo previsto non si verifica. Forse è proprio questo il segreto: non definirsi rispetto agli altri, non vedere cosa sia giusto o sbagliato rispetto alla società, non farsi tanti problemi se si sembra strani. Una frase popolare che ho sempre odiato, e mai rispettato, è quella che dice: ” se nasci rotondo, finisci rotondo”. La trovo veramente stupida, perchè sarebbe come non vivere, non esplorarsi, rimanere ad uno stato primordiale e vivere dentro una bolla di vetro. Il bello invece è essere proprio liberi di diventare cerchi, triangoli, rettangoli o forme geometriche che ancora non sono state inventate.

Sono molto contento del tuo processo di ricerca interiore, guardati sempre dentro, (sono pochi quelli che ancora lo fanno)  e non smettere mai di scoprirti.

 

Un bacio

Marco Polani


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × uno =

Risolvi l'operazione matematica *